Passa ai contenuti principali

True Detective

Serie strana True Detective.
Rispetto a tante serie tv che vedo e seguo, questa segue un intreccio narrativo capace di conquistarti piano piano, in silenzio, e non sin dalla prima scena.
Strutturalmente ha uno stile che molti possono trovare ostico e un po' noioso, io l'ho trovato interessante, compresi i titoli di coda.
Per lo più, ci sono due attori che apprezzo molto e sono Woody Harrelson e Mattew McConaughey, che ultimamente ha dimostrato di essere un attore di talento, e lo dimostrano moltissimi film da lui girati, in quanto la sua carriera è improvvisamente esplosa e questa serie tv conferma la sua bravura.
La trama racconta di un caso aperto dopo diciannove anni, e rimasto irrisolto, i due detective protagonisti vengono interrogati da altri agenti per avere qualche rivelazione a riguardo, la soluzione del caso porterà una sorpresa agli spettatori.
Da vedere, è inutile nasconderlo, questa è una fottuta stupenda serie tv.
La prima stagione vola via che è una meraviglia, ma non è semplice, bisogna guardarla con attenzione, e poi ti cattura piano piano, come ho detto sin dall'inizio.
Non ho ancora visto la seconda stagione, e lungi da voi per parlarne, non spoilerate mi raccomando.
Gran parte della trama è proprio così, con l'interrogatorio da parte dei detective che all'epoca hanno seguito il caso, e poi procede a ritroso nel tempo conoscendo sia la famiglia del primo, che il secondo, che è un solitario, divorziato e a cui è morta una figlia.
Un personaggio così tormentato è stato capace di far breccia nel mio cuore sin da subito.
Anni fa vidi solo il primo episodio e già mi colpì molto, l'hanno scorso ho scaricato tutta la serie e decisi che prima o poi l'avrei vista, quando l'ho vista quest'anno WOW, come posso non amarla?
E' stato un crescendo di tensione che mi ha particolarmente conquistata.
Ovviamente non tutto è come appare, come nelle migliori serie tv ci sono diversi lati che devono essere scoperti prima degli altri.
Arriveranno ora i protagonisti a sbrogliare l'intricata matassa?
Straordinaria la scena finale, che non vi anticipo se non avete visto nulla.
Comunque è da vedere assolutamente, perchè come serie è una bomba.
Spero che lo facciate anche voi, ringrazio comunque l'amico Ford per avermela fatta conoscere.
Se non è un capolavoro poco ci manca.
Stupenda.


Commenti

  1. Per me non ci manca nulla, questa serie E' un capolavoro a tutti gli effetti. E te lo dice uno che non guarda mai le serie tv, ma questa è una splendida eccezione... due interpreti giganti, grande regia, atmosfere e scenografie tra incubo e suggestione. Già la musica iniziale, sui titoli di testa, mette i brividi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non guardi mai le serie tv? Ah fai male, si scoprono diversi gioiellini sai? Comunque sia si, questa è una signora serie tv coi fiocchi ^^

      Elimina
  2. Già, davvero stupenda anche se complessa, con due attori eccezionali e una storia appassionante ;)

    RispondiElimina
  3. Piaciuto da morire, davvero.
    Non per la trama in sé, di cui alla fine della fiera c'è ben poco, quanto per i personaggi. Avrei visto altri mille episodi così :)

    Moz-

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.