Passa ai contenuti principali

Hungry Hearts

Mestiere difficile quello di genitore...
Lo sanno i protagonisti di questo straordinario film, il primo film che ho visto diretto da Saverio Costanzo, che è anche il suo ultimo film.
Come ho detto prima è un film difficile, e oggi voglio spiegarvi con parole semplici cosa questo film mi ha lasciato perchè è un opera difficilissima e particolare, troppo facile condannare la madre protagonista, come è troppo facile non capire.


Ora, sembrerebbe una parola grossa dire troppo facile per condannare, ma mettetevi nei panni di Mina, la protagonista, chi è genitore farebbe di tutto per proteggere i propri figli dal male del mondo, lo faremo tutti.
Forse non saremo estremi come lo è Mina con il suo bambino, perchè certamente faremo la qualsiasi per farlo crescere nel migliore dei modi.
Ma Mina, vive in una realtà dove per far crescere suo figlio deve farlo mangiare solo con frutta e verdura che coltiva lei stessa, eliminando qualsiasi altro cibo che lo aiuterebbe anche a crescere bene, facendolo stare sempre dentro una campana di vetro, lontano dalle intemperie del mondo.
Questa cosa di per sè non è affatto normale, perchè tutti noi prima o poi dobbiamo uscire di casa, mangiare qualsiasi cosa e soprattutto vivere.
La vita bene o male è fatta anche di rischi, alcuni sono innocui, altri no, si sbaglia, di fanno le cose giuste e soprattutto si cresce.
Questo Mina non lo vuole accettare per suo figlio, è decisa a nutrire suo figlio come dice lei. Quando Jude, suo marito si accorge che il piccolo ha costantemente la febbre e non cresce mai, chiede a Mina di farlo vedere da un dottore, ma lei rifiuta.
Sarà proprio Jude a prendere in mano la situazione, prima lo fa vedere da un dottore, e poi lo nutre lui, con gli omogeneizzati, non facendo i conti con Mina, che ostinata, da al bambino un olio che gli fa rigettare tutto.
Credo che il tema portante del film è l'incapacità di un genitore di accettare la crescita del proprio figlio, se da un lato, viene di istinto dire, eh ognuno può decidere come crescere un bambino, da un altro punto di vista ci accorgiamo che certamente c'è qualcosa che non va nella decisione di Mina, che ostinatamente segue questo tipo di alimentazione per suo figlio e non vuole assolutamente farlo mangiare in modo normale come tutti gli altri bambini.
A questo punto viene d'istinto credere che qualcosa nella testa di Mina non funziona.
Eh direi, Saverio Costanzo per il film usa delle soluzioni cinematografiche inedite e intelligenti, che fanno letteralmente entrare lo spettatore nella coppia.
Se all'inizio il film è solare, quasi divertente e gioioso, quando ci accorgiamo che Jude capisce che in sua moglie qualcosa non va, ecco che le visualizzazioni si deformano, come a sottolineare l'inizio del baratro che risucchia il bambino e lo mette in pericolo di vita.
Qualcosa non va? Certamente, c'è anche da dire - e non spoilero non vi preoccupate - che ci troviamo di fronte a un film decisamente diverso dai canoni italiani a cui siamo abituati, e bravo Saverio Costanzo, che dirige un film difficile e in un certo senso anche estremo.
Non è facile trovare una soluzione che potrebbe salvare il bambino dalla follia di una madre che si è convinta che il suo è un bambino speciale solamente dopo aver parlato con una chiromante.
Sappiamo tutti quanti quanto i maghi dicono stronzate a volte no?
Film tratto dal romanzo Il Bambino Indaco di Marco Franzoso, e scritto dallo stesso regista.
Si è capito che il film mi è piaciuto no?
Voto: 8

Commenti

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…