Passa ai contenuti principali

Mars Attacks

                                                           Riguarda & Recensisci
 Si può ridere con gli extraterrestri? La risposta è SI se a dirigere un film del genere è quel geniaccio di Tim Burton, però attenzione, se cercate un film serio vi deluderà, e sicuramente per chi deve vedere un film come Mars Attacks e poterlo apprezzare, deve capire che è una farsa, pura e semplice e la sua forza sta proprio in questo.

 
Per una volta Tim Burton decide di allontanarsi dal suo stile e dalle sue tematiche - anche se sinceramente quando lo farà in seguito avrà certamente risultati altalenanti - per costruire un film comico, una commedia, una parodia sui film di fantascienza seri, e anche sul cinema di fantascienza degli anni cinquanta.
Si tratta di un altra genialata, che fa il verso come ho detto prima ai film di fantascienza, però ispirato a delle figurine Topps che si trovavano nelle caramelle negli anni sessanta, ma ritirate subito dopo.
Tim Burton ne fa un film, carico di scene esilaranti, esattamente come Beetlejuice con la differenza che al posto dei fantasmi ci sono gli extraterrestri, e con una comparsata anche del mitico Tom Jones che canta I'ts so unusual e poi accompagna alcuni protagonisti a salvarsi le chiappe dagli extraterrestri.
La cosa comica sapete qual'è? Che nessuno dico nessuno  capisce come far fuori gli extraterrestri, gli umani sono così pasticcioni, che usano una macchina traduttrice che si inceppa sempre e traduce a testa di cavolo.
Che Tim Burton abbaia voluto fare una farsa la si nota lontano un miglio, la scelta del cast di attori è tra i più rappresentativi e originali attori per fare di un film non un opera seriosa di fantascienza, se cercate un altro Star Wars girate sui tacchi e cercate Star Wars, questo film è comicità pura e semplice, quindi come dicevo, parlando di come far fuori i marziani, sapete chi ci riesce? Un ragazzino continuamente vessato dalla famiglia che è l'unico che si prende cura della nonna che sta in un ospizio, grazie alla nonna che sente una vecchia canzone country con un coro che fa letteralmente scoppiare la testa ai marziani, riesce a salvare il mondo.
Da sottolineare il piccolo ruolo di Natalie Portman, Jack Nicholson nel ruolo del presidente che cerca in tutti i modi un accordo pacifico con i marziani, e Glenn Close nel ruolo di un originale first lady.
Se cercate un film che è volutamente sopra le righe ma capace di farvi scompisciare, allora Mars Attacks  è il film che fa per voi, ma se cercate un film serioso è ovvio che non entrerà nei vostri film preferiti, ma se volete una supercazzola che vi fa scompisciare, e vi fa sbellicare allora è il film giusto per voi.
E ogni tanto fa bene dirigere qualche supercazzola, anche se devo dire che è una supercazzola cult.
E c'è anche Silvia Sidney  che torna a lavorare con Tim Burton 8 anni dopo Beetlejuice e sapete quale ruolo interpreta? Quello della nonna xD.
Bene, se volete scompisciarvi dalle risate è il film giusto per voi.
 Voto: 8

 
 

Commenti

  1. Senza dubbio uno dei miei Burton preferiti, bei tempi quelli. :-P

    RispondiElimina
  2. Fantastico questo film, risate e divertimento assicurato ogni volta ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.