Passa ai contenuti principali

Robin Williams Tribute - Jack

Questo è uno dei film più maltrattati dalla critica, ma perchè?
Eppure sin dalla prima volta che l'ho visto mi è piaciuto un casino, quando si dice la critica certe volte ha la puzza sotto il naso, lo so, nel mio piccolo  anche se molto amatoriale faccio parte anche io della categoria ma come sapete io ci metto il cuore e la passione nelle mie recensioni, e molto spesso chi mi legge se ne accorge.
Questa sera riprendo il tribute personale che ho lasciato da parte dedicato al mitico Robin Williams, deceduto proprio quest'anno, e quale occasione migliore del natale per ripescare i suoi film? Non li ripescherò tutti questa volta, per carità hahaha, ci sono anche altri titoli che devono essere recensiti, questa sera e anche il giorno di natale sarà lui il protagonista alla fabbrica.

Jack ha il corpo di un uomo adulto di 40 anni, eppure non ha proprio quell'età, è affetto da una rara malattia che lo fa crescere più velocemente degli altri bambini, infatti Jack ha soltanto 10 anni, il primo impatto è devastante, poi Jack e Loui diventano inseparabili, anche se per i genitori mandare il bambino a scuola può essere un po' difficile.
I bambini sanno che non devono essere intolleranti con lui, e ben presto diventa l'idolo della scuola, grazie a una scoppiettante partita a pallacanestro, e una copertura per aiutare Loui con sua madre fingendo di essere il preside.
E' l'inizio di una amicizia che non avrà fine, e a nulla servono le reticenze dei genitori, soprattutto quando Jack sta male, saranno i bambini a convincere la madre a farlo tornare a scuola.

Jack è un film empatico, di quelli che quando li guardi ti riconosci subito nei personaggi, che non sono solo semplici macchiette, ma sono persone con cui è facilissimo ricoscersi, sono come noi, quindi la cosa diventa automanticamente riconoscibile.
Robin Williams è fantastico nel suo ruolo, e incarna quell'uomo/bambino alla perfezione, ed è divertentissimo vederlo in azione nelle scene a lui più congeniali, ovvero quelle comiche, da scompisciare, vedere la lotta tra mamma e Bambino al buio per accorgersene.
Francis Ford Coppola dal canto suo fa un ottimo lavoro nel creare la giusta atmosfera per mostrare al pubblico che Jack, un omone di dieci anni di dentro, anche se fuori sembra un adulto, facendo uscire il bambino che esiste dentro ognuno di noi, rendendo la cosa talmente efficace da rasentare l'immediato transfer tra i personaggi e il pubblico.
Non badate a quello che dicono i critici, lasciatevi trasportare dalla sfrenata allegria ed empatia di questo "diverso" che poi tanto diverso non è.
La forza dell'amore è dirompente come un fiume in piena, impossibile non restarne colpiti.
Il mio voto è 7
Le recensioni tecniche le lascio agli "esperti in materia", questa è una recensione empatica, esattamente come lo è il film chapeau!!!
Arwen.


  

Commenti

  1. L'ho visto tantissimo tempo fa ma effettivamente non lo ricordo malvagio... molto particolare, questo sì. E ovviamente sul finale avevo pianto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si condivido il finale è molto emozionante, alla faccia dei critici snob hehehe xD

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…