Passa ai contenuti principali

L'amore Fatale - Enduring Love

Ecco un thriller affascinante, tratto dal romanzo di Ian McEwan, L'amore Fatale, protagonisti Daniel Craig, Rys Ifans e Samantha Morton, protagonisti di una storia di stalking e ossessione nata per caso durnte il tragico incidente in cui un bambino rimane dentro una mongolfiera che vola via, e un uomo perde la vita precipitando a terra.

Spesso ci si chiede se il destino gioca brutti scherzi, una cosa che non hai minimamente previsto cambia gli eventi così drasticamente da creare una sorta di ossessione fatale tra i personaggi.
E' il caso dei protagonisti Joe e Jad, incontratisi quasi per caso, il secondo crede sia nato un legame speciale col primo, felicemente fidanzato e comincia a seguirlo ossessivamente, fino a mettere in crisi il rapporto con la fidanzata.
Roger Mitchell dirige un thriller inquietante e insolito, in cui nulla è realmente come appare, mette in scena una storia di ossessione in cui lo spettatore si chiede il perchè di questa caccia spietata verso Joe, che è una persona eterosessuale, si capisce che il secondo è un gay un po' psicotico, e lascia che lo spettatore capisce da se il motivo della sua ossessione nei suoi riguardi.

E' un film bellissimo e particolare, decisamente al di sopra della media, con un cast di attori da far paura, Daniel Craig qui prima che indossasse i panni di James Bond fa decisamente la sua porca figura, non a caso questo è il film che ha rivelato il suo talento, Samantha Morton che come attrice dovrebbe avere molto più spazio, anche lei è molto brava, ma il più bravo di tutto è decisamente Rys Ifans, il suo personaggio è da pelle d'oca veramente, non è il classico cattivo, di cui tutti si allontanano, la sua caratteristica sta nel rendere inquietante ogni minima espressione anche la più banale, è impercettibile la sua ossessione, all'inizio non te ne accorgi, ma quando esplose lo spettatore è talmente carico da tenerti letteralmente incollato alla poltrona, e guardate che non scherzo.
Un ottimo film, decisamente inquietante e mai banale, che letteralmente inchioda alla poltrona, e scusate ma di questi tempi certi film sono più unici che rari.
Il mio voto è ottimo.
Voto: 8



Commenti

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.