domenica 24 novembre 2013

Fiori D'acciaio

Per chi ama Julia Roberts questo è un titolo che non può non avere nella sua collezione, si perchè la nostra futura Pretty Woman, qui interpreta il primo ruolo forte della sua carriera, e vi sembra poco? Non lo è, perchè nonostante i gusti qui dimostra una bravura straordinaria, che non tutte le giovani attrici hanno.
C'è da dire che il film è tratto da una famosa Pièce teatrale tradotta per il grande schermo.
A dirigere il film è Herbert Ross, che per chi è stato giovane negli anni ottanta ricorderà come il regista di Footloose, autentico cult movie Ballerino; per questo film mette in scena una storia tutta al femminile ambientata al sud, la cui protagonista è Shelby, - Julia Roberts - ragazza diabetica che non può avere figli e non potrebbe adottarne, il film comincia con il giorno del suo matrimonio, divertentissimi sono i battibecchi tra il padre della ragazza e Ouiser, l'anziana vicina di casa con il cane che perde il pelo, interpretata da Shirley McLaine.
Quando Shelby annuncia la maternità ci sarà uno scontro con sua madre, ma la ragazza in parte ha ragione, avrebbe voluto adottarlo ma con la sua cartella clinica nessuno le affiderebbe un bambino, e la sua voglia di essere mamma è talmente grande da commuovere tutti, ma con la sua salute potrebbe peggiorare.
Infatti Shelby peggiora al punto tale che va in dialisi, ci vorrebbe un trapiento di reni, ma le sue condizioni peggiorano ulteriormente - SPOILER - si lo so che la mia politica è non spoilerare ma mi vorrete perdonare per una volta? - Spoiler - la salute ormai cagionevole di Shelby peggiora in modo tale che le cose precipitano, e la ragazza non ce la fa a sopravvivere Fine spoiler.
Ok potete lapidarmi per avervi rotto le uova nel paniere, si lo do la mia politica è non spoilerare, e oggi lo faccio eh si, sono un essere davvero cattivo lo so. (Ovviamente sto scherzando ;) )
E' un film sulla forza, e sul coraggio delle donne del sud, ma anche di tutte le donne in generale, concentrata su un nutrito cast tutto rosa, tra cui spiccano: Dolly Parton, Sally Field, Darryl Hanna, e Olimpia Ducakis.
Si i maschilisti lo etichetterebbero come Chick Flick, ovvero film per pollastrelle, io non sono daccordo che noi donne siamo pollastrelle,  e perciò lo chiamo Girls Flick se qualcuno non è daccordo non me ne può fregar di meno eh?

Un film dove la morte e la vita si uniscono in un unico filo conduttore, e sulla forza di andare avanti quando si ha una grande perdita come quella di un figlia, e di una mamma.
E ci chiamano sesso debole eh? Mi sa che dentro siamo molto più forti di tanti uomini.
La scena che preferisco? Al funerale di Shelby, quando sua madre si sfoga in un pianto a dirotto e dice me la voglio prendere con qualcuno, e allora Claire dice a M'Leen di picchiare Ouiser e sfogarsi dell'ingiustizia subita, e il tutto finisce con una crassa risata, per smorzare  la tensione drammatica del funerale.
Eh si, queste donne che si incontrano nel salone di bellezza e parruccheria di Truvy, tutte diverse che si scambiano pettegolezzi e conrfidenze nel suo salone, in realtà hanno qualcosa in comune la forza, che non le piega anche durante le avversità della vita.
In conclusione un film commovente e intelligente, che non presenta le donne come ombra degli uomini, ma le rende vive protagoniste con tutta la loro forza e le loro contraddizioni.
Voto: 7





Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...