martedì 19 novembre 2013

Elysium

Nel 2154, l'umanità è divisa tra ricchi e poveri in , la terra ed esylium una stazione orbitante, in cui c'è la cura da ogni malattia, e il benessere sulla pelle degli schiavi umani che lavorano per mantenerli.
Un ragazzo è stato sottoposto a una massiccia dose di radiazioni e rischia di morire, e per trovare la cura deve andare ad esylium, ma è difficile perchè per andarci bisogna fare accordi con dei criminali, lui li fa, e al suo arrivo deve fare in modo di salvarsi e la cosa si presenta molto più difficile di quanto immaginava.

Come film di fantascienza non è affatto male, l'ho trovato coinvolgente e pieno di ritmo, il che non guasta mai.
Il regista è colui che ha diretto District 9 e per questo suo nuovo film, dirige un opera più curata e stilisticamente intrigante, il classico film hollywoodiano di fantascienza, con tutti i crismi.
La cosa sorprendente è la sua capacità di intrattenere il pubblico, mi spiego, non è un semplice blockbuster, ma non è neanche un film che passerà alla storia, possiamo dire che è un film che fa il suo porco lavoro.
Sapete cosa mi fa sbalordire? Quando Jodie Foster fa la bastarda, e in  questo film non si smentisce, anzi fa di peggio, se la ricordate in Inside man nel ruolo di una spregiudicata assistente di un politico, qui invece interpreta colei che dirige Esylium, responsabile della morte di clandestini venuti dalla terra a Esylium nel miraggio di una vita migliore.
Matt Damon è invece un operaio dell'industria di androidi che dirigono gli umani venuti dalla stazione orbitante, che nell'esoscheletro ha i numeri per entrare lì dentro, e liberare gli umani, riuscirà nella sua impresa che può sembrare impossibile?
Come film di fantascienza l'ho trovato niente male, non solo un film che si può gustare davanti ai popcorn, ma qualcosa che trascende il solito film intrattenimento. In poche parole un buon film, divertente, coinvolgente e che fa riflettere sulle divisioni tra poveri e ricchi, tra privilegiati e non privilegiati, le differenze fanno parte della natura umana, soltanto che qualcuno ogni tanto può cambiare le cose in tavola, anche se deve affrontare situazioni che sembrano più grandi di lui.
In conclusione mi è piaciuto. Voto: 7


8 commenti:

  1. Un po' deludente rispetto a 'District 9', diciamo che ne è la sua versione 'blockbuster'... nel complesso comunque una pellicola più che dignitosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è diversissima da District 9 ma a me è piaciuta :)

      Elimina
  2. L'opposto di quel che ha scritto il Cannibale, in poche parole... sempre più interessato a questo film!

    RispondiElimina
  3. la partenza è anche promettente, poi si trasforma nel solito action fracassone e insulso.
    e pure la tematica della differenza tra ricchi e poveri è affrontata in maniera scontata e ipocrita.
    district 9 è ahimè lontanissimo...

    RispondiElimina
  4. per me è un FILMONE, con molta azione, ma non solo azione, sono uno dei pochi che lo preferisce perfino al gia validissimo district 9

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...