Passa ai contenuti principali

Non aprite quella porta

Oggi è Halloween, e così mi sono detta scelgo  film horror, il primo che recensisco oggi è Il mitico, il capolavoro intramontabile di Tobe Hooper, Non aprite quella porta.
Ragazzi che film, dura pochissimo ma nel poco tempo scorre sangue a fiumi ed è l'inizio di un incubo senza fine, non c'è un attimo di pausa nei settanta minuti e passa di durata del film.
Se un film è fatto a basso costo come ai tempi vecchi, e senza effetti speciali da capogiro allora SI che veniva fuori un film che oggi lo si può considerare un piccolo capolavoro, o come direbbero i cinefili più sfrenati un cult movie, ma avvolte si diventa l'uno e l'altro, come nel caso di questo film.
Leggendario, non ci sono parole per esprimere la tensione scaturita da questo film, e il terrore che è presente in ogni scena, e il sangue scorre a litri, si è lui il vero protagonista di Non aprite quella porta, film che poi hanno copiato e scopiazzato talmente tante volte da rasentare la vergogna, ma l'unico e inimitabile resta il primo, l'originale.

Stupisce la capacità di Tobe Hooper di dirigere un film senza fronzoli, nudo e crudo, con pochissimi mezzi e renderlo capace di entrare nella leggenda, oggi ce li sognamo che escano film di questo genere, la cosa che impressiona maggiormente è che mentre tu lo guardi, ti senti parte di quell'incubo infinito, e sono pochissimi i film capaci di farti provare simili sensazioni.
La trama racconta di un gruppo di ragazzi in viaggio, si perdono per strada e bussano alla porta di una famiglia per essere aiutati, e l'incubo comincia, con la motosega ormai entrata nel mito di Leatherface che uccide e squarta le sue vittime, e gli altri membri della sua famiglia non sono da meno, pazzi scatenati e anche cannibali, insomma i nostri sprovveduti non hanno nessuna possibilità di salvarsi la pelle, da questo film è nata una saga di sequel più o meno interessanti che hanno creato un franchise, non li ho visti e quindi alzo le mani, ho visto solo questo film che reputo imprescindibile per tutti gli amanti del cinema di genere.

Un cult, capostipide di una saga che vi terrorizzerà dall'inizio alla fine, cercherò ovviamente di vedere gli altri film della saga, tanto per curiosità, comunque questo film è entrato ormai a fare parte dei miei cult movies horror preferiti.
Voto: 9


Commenti

  1. un piccolo mito. sui sequel, prequel, reboot eccetera eccetera meglio stendere un velo pietoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece non sono d'accordo, nulla da dire su questo cult di Hooper, ma trovo che la bilogia della Dunes sia stupenda, ha riportato crudeltà, scorrettezza e sporcizia nel cinema horror USA che a inizio 2000 era troppo patinato

      Elimina
    2. mmmmh grazie per la dritta Myers ;) provvederò a recuperarla allora :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…