Passa ai contenuti principali

Star Wars Episodio III - la vendetta dei sith

E' il terzo episodio della nuova trilogia di Star Wars, ed è quello della caduta di Anakin nella forza oscura, senza dubbio è il migliore di questo prequel ed è anche il più drammatico, per questo episodio Lucas ha messo di tutto e anche di più, narrando gli eventi in modo drammatico ed empatico da riusciere a coinvolgere il pubblico dall'inizio alla fine.
E l'eterna lotta tra il bene e il male raggiunge l'apice quando per rabbia Anakin non ascolta più il suo mentore, Obi Wan Kenobi.
E' ancora molto giovane ed inesperto, ma il male sa come sedurre e ci riesce, così facendo il giovane per debolezza cede alla forza oscura diventando Darth Vader, ed è una lotta senza esclusione di colpi.
Ma questa scelta avrà delle conseguenze che non si aspetta, la senatrice Amidala da alla luce due gemelli, che verranno cresciuti da altre persone perchè la giovane non riuscirà a sopravvivere alla nascita dei bambini.
George Lucas come ho detto prima è al suo meglio, a questo capitolo doveva tenerci particolaremente dato che lo ha curato nei minimi dettagli, il film rasenta il capolavoro anche se non arriva ai vertici, però è davvero un ottimo film, coinvolgente al punto giusto, il punto forte è nella narrazione, stavolta sceglie di approfondire la storia concentrandosi sul cammino che deve intraprendere Anakin, ci sono parecchi momenti in cui il film sembra zoppicare, ma è soprattutto perchè si deve narrare l'evento drammatico che farà precipitare ogni cosa, il precipitare nel male di Anakin.
Bellissime le scenografie come i costumi, particolarmente curati come la fotografia, il montaggio e la colonna sonora, la regia è decisa e narrativa, gli effetti speciali sono più misurati ma sono presenti.
Per il cast di attori ritroviamo più o meno quelli dell'intera nuova trilogia, che bene o male fanno il loro mestiere riuscendo a carpire sentimenti ed emozioni nel pubblico.
In conclusione, un episodio drammatico e coinvolgente che aggiunge molto sia alla vecchia che alla nuova trilogia.
DA NON PERDERE.


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.