Passa ai contenuti principali

A Dangerous Method

Sembra che con il progetto di A Dangerous Method David Cronenberg abbia voluto dirigere una pellicola che si allontana dalle sue precedenti, che nonostante si allontanino dagli esordi possedevano una potenza unica, e riuscivano a scuotere lo spettatore in modi inimagginabili, non succede questo con A Dangerous Method, pellicola impeccabile, possiamo definirla da camera, però ci manca qualcosa, Kiera Knightley è stata più convincente in Non Lasciarmi qui è assolutamente fuori parte, o poco ispirata, poco importa, per questo ruolo ci voleva un attrice molto più preparata, per non parlare di Viggo Mortensen sempre bravissimo, qui invece sembra più una caricatura di Freud, un pupazzo inespressivo, di solito Mortensen ha fatto ruoli da leone, anche con Cronenberg, si pensi al poliziotto di La promessa dell'assassino, dove davvero spiccava sugli altri.
Un opera minore, che non aggiunge nulla di nuovo alla magistrale filmografia di David Cronenberg.
Un film del genere avrebbe dovuto toccare corde, mettere  i brividi, per le scene che sono state girate, invece ti ritrovi a vedere l'opera poco ispirata di un grande autore, sembra che Cronenberg non abbia voluto affrontare fino in fondo l'argomento, che si trovi a disagio con passioni carnali, che non abbia voluto osare più di tanto, forse se l'avesse fatto avrebbe salvato la pellicola.
Ciononostante mi sembra giusto precisare che un confronto con le altre pellicole mi sembra inopportuno, soprattutto le pellicole degli esordi, resta comunque un opera piacevole ma che non tocca il thrill emozionale, ed è un peccato davvero, forse Cronenberg il film non l'ha sentito nel cuore come è successo con gli altri, perchè è tutto costruito, tutto fatto troppo bene, per poter creare una immedesimazione sia con la storia che con i personaggi.


Commenti

  1. si è un film minore, un capitombolo per Cronenberg, purtroppo lo devo ammettere, nonostante abbia letto le recensioni di Ford e di altri, dicevo no sarà bello e invece...è troppo impeccabile per essere naturale, vero, gli manca qualcosa.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.